"Il segreto è fare tutto come se vedessi solo il Sole. Elisa"

mercoledì 25 agosto 2010

Crocedomini - Baremone - Maniva

Da 2010.08.23 - Crocedomini
Un giro veramente affascinante, non c'è solo la salita in menù, anche alcuni tratti in sterrato, che riportano indietro nel tempo, ai tempi del ciclismo epico. Per l'itinerario ho preso spunto da quello descritto dal mio amico Gabri sul suo blog ed ho semplicemente aggiunto l'ascesa al Crocedomini, che non avevo mai fatto.
Per questo giro mi sono scelto una compagna, Barbara, che ho conosciuto al Giro Dolomiti, anche lei un'amante della montagna e delle salite.

Il Crocedomini
Siamo partiti da Piancogno, per fare qualche km di riscaldamento, prima di iniziare l'ascesa al Crocedomini da Breno. Presa dal centro del paese, subito un bel tratto in doppia cifra. Sono rimasto piacevolmente colpito da questa salita, da subito un pò selvaggia. E molto lunga 20km, a parte il tratto iniziale (facilmente evitabile partendo dal bivio principale), non presenta mai pendenze proibitive, ed è molto poco trafficata. E negli ultimi km, offre anche qualche scorcio di panorama interessante. Da questo punto di vista è sicuramente più interessante il versante da Bagolino.

Monte Baremone
Quindi una volta scesi verso al lago d'Idro dopo pochi km, prima di entrare nel paese di Anfo, ecco il bivio verso il Monte Baremone (e Passo Maniva).
In pratica una strada secondaria, anche questa poco battuta, e selvaggia. Prima parte scoperta (sotto il sole battente), poi si entra nel bosco, per uscirne nell'ultimo tratto. C'è un'unica fontanella a 3km dalla fine.
Da un punto di vista tecnico è una salita molto interessante, dura, non molla mai, e con qualche tratto nel finale in doppia cifra.
La fine è contraddistinta dal rifiugio.

Monte Baremone - Passo Maniva
Dal rifugio si può proseguire verso il Passo Maniva, che dista 9km, due di sterrato.
Poco prima del tratto sterrato, si arriva ad un punto, prima della galleria, veramente affascinate, a strapiombo sulla valle sottostante, dove sulla destra si intravede il Passo Maniva, e in fondo, molto in fondo, si vedono dei Ripetitori, che poi scopro essere a metà strada tra il Maniva e il Crocedomini. Ci fermiamo a fare qualche foto, inevitabile.
Subito dopo la galleria, inizia il primo tratto in sterrato di due km. E' da fare con molta cautela, non è tenuto benissimo (in questo momento ho rimpianto di non aver usato il muletto, ma almeno ho le ruote vecchie).
A fine sterrato c'è una "salitella" abbastanza dura, ma fortunatamente breve. Poi discesa fino al Passo Maniva, che a dirla tutta non è che mi sia piaciuto più di tanto.

Pso Maniva - Crocedomini
Dal Maniva al Crocedomini sono 17km, di cui 8 sterrati.
I primi 9, sono tutti asfaltati, ed in salita, in alcuni tratti anche difficili. La stanchezza si fa sentire, probabilmente dovuto anche dalla quota. Siamo intorno ai 2000. Anche qui panorami offerti sono veramente spettacolari. La fine della salita è in corrispondenza dei ripetitori (di cui accennavo prima). Poi inizia un primo breve tratto sterrato (1km), quindi una discesa asfaltata, alla fine della quale, ci ritroviamo negli ultimi 6km quasi tutti pianeggianti sterrati. Verso la fine c'è un tratto in salita, per poi scendere verso il passo Crocedomini. Questo sterrato è in buone condizione, ma bisogna sempre prestare particolare attenzione, e le velocità è sempre molto bassa. Devo dire che non finisco mai e snervano un pò.

Finalmente arriviamo al Crocedomini, senza intoppi, e ci possiamo godere la lunga discesa verso Breno.

Un giro che merita di essere affrontato almeno una volta nella vita, che così come l'abbiamo fatto noi, sono quasi 130km, e 3700m dislivello. La mia compagna di viaggio si è comportata egregiamente, non avevo dubbi in proposito. Si è limitata ha tirami qualche accidenti nei tratti in sterrato...
Ecco a questo proposito consiglio di usare non usare la bici ammiraglia, tanto qui le medie e tutto passano in secondo piano.


3 commenti:

52sds ha detto...

Complimenti per l'impresa!!! Io avevo fatto il giro senza il Crocedomini, e già era stato impegnativo...Bravo!!!

danilo ha detto...

Se vuoi finirlo in bellezza,quando sei al passo maniva vai a dx in discesa per 14 km e ti trovi a bagolino poi risali al crocedomini (20 ) km (evitando lo sterrato)così sono circa 4400 m dislivello l'ho fatto ai primi di agosto.

lelef14 ha detto...

Il tuo suggerimento è ottimo.
Lo terrò in considerazione per un'eventuale prox volta.
Quel giorno, lo sterrato è stato voluto ;-)
Grazie..